domenica 4 giugno 2017

Ho letto "I MURI DEL BUIO" di Lu Paer


Ho letto "I MURI DEL BUIO" di Lu Paer



Il bosco di montagna ha mille voci, ma anche improvvisi silenzi.

Il fruscio del vento tra le fronde, il calpestio sommesso di cervi e caprioli, l'allegro cinguettio degli uccelli, ad un tratto non si sentono più.

Sono gli attimi che precedono gli spari, la stagione della caccia non è ancora aperta, ma poco importa ai bracconieri e... al Killer che si aggira nei dintorni.

Ben altra immagine affascina Lorenzo, il protagonista del romanzo.

E' una cartolina che raffigura il Monte Pelmo ad attrarlo irresistibilmente e a spingerlo a partire da Roma, dove vive, verso la Val Zoldana, per vederlo dal vivo.

Nella pace di quei luoghi, fatti oscuri e impreviste rivelazioni, cambieranno le sue aspettative e convinzioni primarie, lasciando posto a una vera rinascita interiore.

Lo spirito del bosco e degli animali che lo abitano, sono un incanto che l'uomo non vuole sentire e rompe cinicamente, ma la natura, se pur depredata, avrà sempre la meglio.

E il killer?

Si aggira infelice per la sua indole crudele, e non vede davanti a lui, altro che prede da annientare, uomini o animali che siano.

Bel romanzo dalle tinte forti dove l'amore per gli animali porta l'autrice a una vera denuncia contro i loro continui massacri mascherati da falsi e proficui intendimenti.

Da leggere!

Nessun commento:

Posta un commento